Asterisk e il voip: la nostra esperienza

Storicamente la combinazione tra Asterisk e numerazioni VoIP portava inizialmente gioie, relative alla libertà e versatilità che questa tecnologia porta in dote, ma, prima o poi, inevitabilmente arrivavano anche i dolori.

Infatti, fino a qualche anno fa, le lamentele degli utilizzatori di numerazioni VoIP erano all’ordine del giorno, e spesso, data la scarsa qualità delle connessioni dati ADSL, non avevano soluzioni nell’immediato. Da qui la fama non bellissima del binomio Asterisk / VoIP come foriero di problemi di comunicazione che con le normali linee telefoniche non erano mai esistiti prima.

Asterisk non funziona diceva la gente, quando invece, a mio parere è uno dei migliori software in circolazione, unendo versatilità e solidità.

Ricordo molti clienti rivolgersi a me esasperati da continue difficoltà nelle normali comunicazioni telefoniche, linee irragiungibili, audio monodirezionale, voce a scatti.

Diciamo che fino a 3/5 anni fa la situazione delle linee dati italiane (per lo più) non consentivano la convivenza tra fonia VoIP e rete locale, senza che queste si ostacolassero a vicenda, scontentando entrambe le parti. Ove possibile, infatti, era cosigliato avere una linea dedicata alla voce ed una ai dati, pregiudicando l’economicità, che molti, sbagliando, ergevano a primaria giustificazione nel proporre numerazioni VoIP.

I problemi principali legati al VoIP rigurdano la banda disponibile, in caso di molteplici canali contemporanei, la latenza, cioè il tempo che intercorre tra richiesta e risposta, ed il jitter, che indica la variazione nei tempi di consegna dei pacchetti voce, che pregiudicano tutti la qualità della conversazione.

Per un calcolo indicativo della banda necessaria in base alle chiamate contemporanee potete fare riferimento al VOIP NETWORK TEST della Digium, ma la qualità globale della connessione, non solo l’ampiezza di banda ed il suo variare nel corso della giornata, devono essere misurati e monitorati in caso di problematiche.

Asterisk e VoIP gioie e dolori

L’idea di avere una linea dedicata alla fonia rimane l’unica strada laddove il centralino Asterisk risulti essere il fulcro dell’attività commerciale, consentendo un più rapido debug delle problematiche, sfoltendo tutta la parte relativa all’utilizzo dell’ADSL da parte degli utenti locali.

Avere una linea aggiuntiva per la fonia consnete di poter contare  su una linea di backup in caso di emergenza (quella normalmente utilizzata come linea dati), a patto di aver configurato gli apparati in maniera compatibile, stessa classe di indirizzi IP ed IP del server Asterisk riservato su entrambe le linee.

Quindi Asterisk e VoIp gioie e dolori?

Una volta per tutte bisogna considerare il binomio Asterisk / VoIP come portatore di innovazione, versatilità, espandibilità, funzionalità e non come un modo per risparmiare sulle bollette telefoniche.